Un dolce risveglio


Un dolce risveglio

Spesso il risveglio del 2014 è scandito dalla sveglia (del cellulare), un rapido controllo della posta, di facebook, di twitter e magari anche di qualche forum.

Facendo così aggiungiamo al trauma del passaggio dal sonno alla veglia anche quello di essere violentemente immersi nella turbolenza delle informazioni che abbiamo a disposizione, entriamo subito nel vortice, non ci rendiamo nemmeno conto di esserci svegliati.

 

La gatta Principessa

La gatta Principessa si sveglia sempre di buonumore

Io sono sicura che non sia giusto.

Non per il fisico, che ha bisogno di qualche minuto per riprendere tutte le sue funzioni, né per la mente, che ha diritto a qualche momento per entrare nella fase di veglia attiva, che dovrà poi tenere per tutta la giornata (si spera! ;))

5 azioni per cambiare il risveglio

Vuoi fare una prova con me?

Da domani mattina, per tre settimane, dopo aver spento la sveglia fai questi semplici passaggi:

1. Apri gli occhi

No, non è finita qui ;) Mettiti in posizione supina (a pancia in su) con le gambe rilassate ma stese. Inspira ed espirando profondamente e lentamente ruota i piedi a destra. Inspira e di nuovo espirando ruota i piedi a sinistra, senza forzare. Fai lo stesso movimento girando a destra e sinistra la testa.

Questi piccoli movimenti sciolgono alcune tensioni superficiali che si possono essere formate su collo e schiena durante la notte. Un movimento così dolce aiuta anche il corpo a capire che si sta svegliando, senza forzarlo immediatamente all’attività.

2. Scrivi i sogni, se te li ricordi

(ehi tu! non sul computer, usa una penna e un quadernino che terrai accanto al letto)
Al momento potrebbero non avere significato, ma scrivendoli onori il sonno che te li ha portati, in più se sono incubi ti liberi della brutta sensazione che ti hanno lasciato, mentre se sono belli te ne rimarrà la sensazione per tutta la giornata.

3. Vai alla finestra, apri le persiane.

Lascia entrare la luce e guarda fuori, anche se piove, è bellissimo.

4. Fai dei semplici esercizi di do-in

Vanno benissimo anche solo 5 minuti

5. Stàmpati un sorriso in faccia.

E mi dirai: non c’è proprio niente da ridere. Può essere, ti rispondo io, ma non è un valido motivo per non sorridere :)

 

In tutto questa pratica ti porterà via 10 minuti. Provaci. Io lo sto facendo, e dopo i 20 giorni ho continuato, perché ti assicuro che ne vale la pena.


Informazioni su Monja Da Riva

Sono Monja, un'operatrice shiatsu un po' particolare, uso lo shiatsu e tutto quello che ho imparato con più di vent'anni di danza e lavoro personale sulla consapevolezza corporea per ascoltare ed aiutare le altre persone ad ascoltarsi e a prendere coscienza profondamente del loro corpo. Lo faccio di persona, dal vivo, a Cascina (Pisa) e online.