Shiatsu e counselling


Perché frequento un master in counselling analitico transazionale?

Quasi tre anni fa mi sono iscritta ad un master in counselling e ho scelto l’analisi transazionale come teoria di riferimento. Ho conosciuto l’AT ad un incontro in cui si parlava di comunicazione efficace in ambito organizzativo-aziendale e mi ha colpito per la semplicità e il rigore con cui analizza la comunicazione tra persone.

Cos’è l’Analisi Transazionale

L’at è una teoria della comunicazione, della personalità e una psicoterapia, ai fini della crescita e del cambiamento della persona.

Con lo shiatsu io comunico con i miei clienti quasi esclusivamente in modo prevalentemente non verbale, ma prima e dopo ogni trattamento c’è una parte in cui si parla e ci si spiega, e io la ritengo sempre più parte integrante della seduta.
D’altra parte noi ci serviamo del linguaggio per comprendere profondamente quello che sentiamo col corpo e con le emozioni, e dimostriamo di aver capito qualcosa se sappiamo spiegarlo con parole semplici, quindi cosa meglio di tradurre in parole quello che abbiamo sentito durante il trattamento shiatsu può spiegarci a cos’è servito?

Man mano che procedo con gli studi del master e conosco sempre meglio il counselling e l’analisi transazionale capisco che non potevo fare scelta migliore, perché sto acquisendo strumenti per comunicare meglio io e per aiutare i miei clienti a capire quali sono i loro bisogni e come fare ad esprimerli al meglio agli altri e a se stessi.

La mia formazione come informatica prima e shiatsuka poi non ha mai privilegiato la comunicazione verbale, per questo sentivo di aver bisogno di lavorarci su seriamente, inoltre sono assolutamente convinta che per poter aiutare davvero qualcuno in modo professionale a districare i pensieri e situazioni ci voglia una formazione adeguata e non sempre sia sufficiente il buon senso.

Come utilizzo l’AT nel mio lavoro

Quello che emerge da una seduta di shiatsu va trattato con cura, gli vanno date tutte le attenzioni che si merita, e in alcuni casi il buon senso può fare addirittura danni.
L’Analisi Transazionale, tra tutti gli indirizzi che si possono scegliere come base per un master in counselling, è quello giusto per me perché rappresenta la mia parte più scientifica, quella che ha bisogno di basi semplici, chiare e rigorose per analizzare la realtà. Si sposa molto bene con lo shiatsu, che non ha pretese di scientificità e a volte, per una mente occidentale com’è anche la mia, resta troppo ad alto livello.

Riassumendo: master in counselling per poter offrire un servizio sempre migliore ai miei clienti (con l’effetto collaterale di imparare a comunicare meglio io stessa), e analisi transazionale perché spiega scientificamente quello che intuitivamente io ho sempre sentito con corpo e emozioni.

Queste competenze mi hanno permesso di ideare e preparare un corso sull’intelligenza emotiva, te ne parlerò meglio nei prossimi giorni, ma se già vuoi sbirciare…


Informazioni su Monja Da Riva

Sono Monja, un'operatrice shiatsu un po' particolare, uso lo shiatsu e tutto quello che ho imparato con più di vent'anni di danza e lavoro personale sulla consapevolezza corporea per ascoltare ed aiutare le altre persone ad ascoltarsi e a prendere coscienza profondamente del loro corpo. Lo faccio di persona, dal vivo, a Cascina (Pisa) e online.