Non solo tisane – Il Polmone (guest post)


Il polmone, la sua funzione e una tisana per il suo benessere. Un guest post di Maggi

La tisana e l'anice stellato

I Polmoni sono gli organi principali della respirazione. Per avere un’idea della loro struttura, li possiamo paragonare a due coni spugnosi.

Infatti, proprio come le nostre spugne da bagno, hanno numerosissime sacche rotondeggianti cave che si riempiono con l’aria che introduciamo con la respirazione, e che prendono il nome di sacche alveolari o semplicemente alveoli. Queste piccole cavità alveolari sono gli spazi a livello dei quali avvengono gli scambi gassosi tra il sangue e l’aria e che portano alla “rigenerazione del sangue venoso”.

L’espirazione: dall’interno verso l’esterno

In breve, durante la varie fasi della respirazione avviene questo: il sangue venoso, carico di anidride carbonica, un gas di scarto prodotto durante i vari processi vitali delle nostre cellule e riversato nel sangue, arriva ai polmoni. In corrispondenza degli alveoli il sangue scarica l’anidride carbonica che quindi si libera nella cavità alveolare. A questo punto si ha uno stimolo che contrae il polmone e durante questa contrazione, l’aria polmonare carica di anidride carbonica, viene spinta nei bronchi, laringe trachea, naso e quindi espulsa nell’ambiente esterno. Questa fase della respirazione è chiamata espirazione.

L’inspirazione: dall’esterno verso l’interno

A questa segue immediatamente un’altra fase detta inspirazione durante la quale l’aria dell’ambiente esterno, carica di ossigeno, compie il percorso inverso riversandosi nelle cavità alveolari. A questo punto l’ossigeno presente nell’aria viene immediatamente “catturato” dal sangue che così si rigenera ed è pronto a riprendere il suo cammino verso la grande circolazione che porterà questo ossigeno ad ogni singola cellula del corpo.

Fondamentale: respirare aria buona

Questo è il ruolo fisiologico principale dei nostri polmoni e da questo discorso semplificato risulta chiaro quanto sia importante cercare di passare il più tempo possibile non solo all’aria aperta, ma anche in un ambiente con aria pulita, sana, senza sostanze nocive perché il nostro corpo purtroppo non è troppo selettivo nel filtrare l’aria che inspiriamo e con la respirazione introduciamo non solo ossigeno, ma anche moltissime sostanze presenti nell’aria. Una parte di queste passa nel sangue assieme all’ossigeno, ma le molecole più grosse, che non riescono ad oltrepassare la barriera capillare dei vasi sanguigni, depositano nella cavità alveolare e pian piano ne diminuiscono l’elasticità e la capacità polmonare.

Come mantenere i polmoni sani anche con le tisane

Le piante che favoriscono il benessere dei polmoni sono tante e ci possiamo veramente sbizzarrire con le tisane, ma oggi ve ne voglio proporre due in particolare che, a mio parere sono anche buonissime.

La prima contiene Malva, una pianta dalle enormi proprietà lenitive che in quest’anno insieme abbiamo imparato a conoscere, io la adoro e la consiglio spessissimo. Un’altra è sicuramente l’Eucalipto, una pianta balsamica particolarmente utile per la respirazione. Poi la Liquirizia che ha delle proprietà emollienti e che, se usata nelle proporzioni che vi suggerisco in questa tisana, può essere assunta anche da chi soffre di ipertensione (a meno che non si tratti di ipertensione severa). Per renderla più aromatica e anche più gradevole alla vista e al gusto mi piace aggiungere a questa tisana anche l’anice stellato che ha delle proprietà in questo caso molto simili alla liquirizia ma che non interagisce con la pressione sanguigna.

La cosa migliore è bere queste tisane ancora calde perché se le lasciamo raffreddare troppo perdiamo le sostanze balsamiche dell’eucalipto e l’ideale sarebbe aromatizzarle con del buon miele. In commercio esiste anche il miele all’eucalipto, ma, in alternativa, se ci piace il sapore balsamico di questa pianta, possiamo anche aggiungere al nostro miele una goccia dell’olio essenziale. Vi ricordo sempre di fare attenzione con l’uso degli oli essenziali per via interna (fate riferimento al mio post di gennaio) ed usate sempre oli puri ed assolutamente sicuri che riportino in etichetta la dicitura “Integratori alimentari”.

Tisana con liquirizia (per 100 g):

  • Malva g 30
  • Eucalipto g 20
  • liquirizia g 20
  • Anice stellato g 30

Tisana senza liquirizia (per 100 g)

Nella seconda tisana propongo anche l’altea e l’angelica, due piante dall’azione emolliente ed espettorante, particolarmente utili in caso di piccole infiammazioni dei bronchi.

  • Malva g 20
  • Altea g 20
  • Angelica g 20
  • Altea g 20
  • Anice stellato g 20

Volendo possiamo sostituire l’anice con un’uguale quantità di eucalipto.

 


Informazioni su Maria Giovanna Careddu

Mi chiamo Maggi, diminutivo del troppo lungo Maria Giovanna, e sono titolare di una Parafarmacia ed Erboristeria a Pisa. Sono una Farmacista un po' anomala in quanto cerco di utilizzare e consigliare il farmaco classico della medicina allopatica solo se strettamente necessario, preferendo dei rimedi naturali, sia fitoterapici che omeopatici, sicuramente meno aggressivi, con meno effetti collaterali e quindi più rispettosi della sua totalità. Nella mia parafarmacia ho allestito un angolo tisane dove preparo infusi personalizzati non solo curativi ma anche per concedersi una piccola pausa piacevole. Inoltre soono appassionata di prodotti bio-ecologici creati e pensati non solo per il rispetto della nostra pelle, ma anche dell'ambiente che ci circonda. Mi piace ascoltare la gente, sono convinta che ogni malattia ed ogni problema siano legati in modo indissolubile alla persona che li manifesta. Per questo, prima di consigliare un rimedio o un prodotto, mi piace soffermarmi un po', indagare, per cercare di cogliere quel segno distintivo che trovo fondamentale per stabilire l'approccio più adatto da seguire