Per la vita che scegli – Bilancio di metà anno


Qui faccio un bilancio di metà anno, metto in ordine quello che sono riuscita a realizzare fino ad ora, e mi rendo conto che una delle cose che ho trascurato è prendermi cura di me stessa, e così decido che sarà una delle priorità dell’estate, e cercherò di non dimenticarmene nemmeno…mai più ;)

 

All’inizio dell’anno ho scritto un post in cui raccontavo quali erano i miei buoni propositi per il 2015, che essenzialmente potrei riassumere con

prenditi cura di te stessa e concentrati nel far fiorire questo bellissimo lavoro

Mi sono davvero tanto concentrata nel far funzionare lo shiatsu, e con lui tutto quello che c’è attorno: sono orgogliosa di me, ho tenuto duro e continuo a farlo. Per usare un termine che piano piano sta diventando mio dico che fino a qualche anno fa non era nel mio copione: avrei mollato pensando di non essere abbastanza brava, o di non avere talento, o qualsiasi altra cosa che mi avrebbe permesso di tirarmi indietro.

Una donna su una scogliera, guarda avanti nella posizione dell'albero

Che io lì dentro ci voglio nuotare, non cadere :) (foto di Julia Caesar)

In questa prima parte del 2015

  • ho iniziato e continuo a proporre delle piccole meditazioni guidate in studio (la prossima il 22!)
  • ho parlato in pubblico più di una volta: al freelance camp e a Rosignano Marittimo
  • ho iniziato e continuato a frequentare ogni mese il primo anno del master in counselling saltando solo due mezze giornate
  • a giugno ho consegnato l’abstract della tesi del master
  • con la Professioniste Insieme abbiamo organizzato un evento per presentarci a Pisa, ed è stato bellissimo
  • ho partecipato e contribuito alla realizzazione della “Boqala“: uno spettacolo al femminile di danza, musica, narrativa
  • ho dei clienti magnifici che mi supportano in un sacco di modi e mi danno tanti stimoli (anche questa è una mia conquista, perché sono convinta che ognuno abbia i clienti che si merita)

Dal punto di vista del “prenditi cura di te stessa”:

  • ho fatto pulizia tra i miei vestiti e tra i miei libri (questi ultimi sono ancora in lavorazione). Ho usato un metodo abbastanza forte, ma molto efficace e consolante, seguendo un libro che si chiama “Il magico potere del riordino“. Mi sono liberata di tanta tanta zavorra e ho scoperto di sentirmi proprio bene così. È incredibile quanto fare spazio fisicamente dia spazio anche alla mente
  • ho iniziato ad allenarmi in casa, mezzora al giorno, e incredibilmente continuato ad allenarmi (quasi) ogni mattina da gennaio (nemmeno qui ho mollato, wow!): il mio fisico e il mio umore ringraziano. Da aprile in poi ogni mattina faccio il do-in appena sveglia e alla fine di ogni allenamento la sequenza base di stretching dei meridiani.

Non so se si nota un certo squilibrio tra i sette punti del primo blocco e i due del secondo…infatti qualche settimana fa ho avuto una specie di crollo. Sono tornata da un incontro del master e l’unica cosa che sono riuscita a fare è stata buttarmi a letto e starci, incapace di muovermi, per un bel po’ di tempo. Poi ho iniziato a piangere senza nemmeno essere triste.

Ho realizzato che da tre settimane consecutive non mi prendevo nemmeno mezza giornata di riposo.

Ho preso coscienza in modo improvviso del fatto che dei miei due lavori il primo, quello del mattino, occupa il 50% della mia testa e il 50% della mia giornata ma il secondo, quello del pomeriggio, pur occupando sempre il 50% del mio tempo si prende un altro 100% della mia testa e no, non ho un 150% di spazio nella testa.
Non posso continuare così. Eppure devo continuare con i due lavori, quindi devo assolutamente prevedere del tempo per riposare la mia mente.
Questi mesi estivi saranno il momento ideale per trovare un po’ di spazio.

Ogni settimana mezza giornata sarà dedicata a me stessa, lo prometto.

Lo sto già facendo da un paio di settimane e per ora funziona :)

Nel frattempo, continuo ad essere fiera di me e ho un sacco di idee per l’autunno :) E a te com’è andata? Me lo racconti? :)


Informazioni su Monja Da Riva

Sono Monja, un'operatrice shiatsu un po' particolare, uso lo shiatsu e tutto quello che ho imparato con più di vent'anni di danza e lavoro personale sulla consapevolezza corporea per ascoltare ed aiutare le altre persone ad ascoltarsi e a prendere coscienza profondamente del loro corpo. Lo faccio di persona, dal vivo, a Cascina (Pisa) e online.